Risultati del sondaggio GLR

Tra la gente, per la gente!

Editoriale di Alessandro Spano, Opinione Liberale 18 novembre 2016

In questi giorni abbiamo consegnato alla commissionce cerca i risultati del sondaggio in piazza che i Giovani liberali radicali ticinesi hanno lanciato un mese fa. 12 domande, lo ricordo, per chiedere ai cittadini le loro aspettative verso la nuova presidenza che verrà scelta il 5 febbraio 2017. Ma vediamo ora qualche dato.

Abbiamo voluto scendere in piazza perché volevamo chiedere ai cittadini e alla base del Partito la loro opinione, e i dati ci dicono chiaramente che c’è tanta voglia di parlare di futuro e di dirci la propria opinione. Poco più di 800 persone ci hanno risposto presente in soli 8 giorni: un record per un’iniziativa che è una prima assoluta in Ticino! I cittadini e la base del PLR hanno sempre detto che il Partito non coinvolgeva abbastanza tutte le persone nelle decisioni importanti e così noi abbiamo preso la palla al balzo per farlo. Altro che segno di debolezza come tanti ci hanno detto: per GLRT questo è stato un atto di umiltà e un momento molto arricchente per ognuno di noi che è sceso in piazza.

Circa il 70% ha votato PLR alle ultime elezioni cantonali e circa il 30% non l’ha fatto. Un chiaro segnale che dimostra quanto il PLR sia importante anche per chi non ci ha sostenuto con una crocetta. I cittadini si aspettano molto da noi e noi dobbiamo farci trovare – sempre – pronti.

A chi dice che i giovani non si interessano di politica, rispondiamo con le cifre: il 20.7% di chi ci ha risposto ha meno di 30 anni. Anche gli over 60 ci hanno risposto in massa. Il lavoro è indubbiamente la prima priorità dei cittadini, seguito dalle finanze-burocrazia e dalla socialità. La scuola è anche una tematica molto importante per i cittadini, che ne hanno approfittato per darci spunti davvero utili e concreti. 320 persone si aspettano una conduzione innovativa, creativa e audace dal nuovo presidente e 390 persone ritengono che il nostro prossimo capitano dev’essere un vero leader.

Noi giovani ripartiamo da qui, da queste cifre e, soprattutto, da queste certezze: il Ticino ha voglia di futuro e ha bisogno di un PLR forte, coraggioso e leader. Con coraggio, umiltà e tanta voglia di lavorare, GLRT c’è!