Riforma III: Presa di posizione PLR

Riforma III dell’imposizione delle imprese

Presa di posizione PLR 

La riforma III dell’imposizione delle imprese è conforme con il programma di legislatura del PLRT, in particolare va nella direzione di quanto auspicato dall’iniziativa elaborata dal Gruppo PLR “Per un rilancio fiscale a tappe”.

1.Riforma federale in votazione popolare il 12 febbraio 2017

Secondo il PLR, la riforma III dell’imposizione delle imprese (RI imprese III) permetterà alla piazza economica svizzera di restare attrattiva, evitando in questo modo che le aziende decidano di stabilirsi altrove. La RI imprese III è un compromesso equilibrato e equo che rafforza la piazza economica Svizzera e i cantoni. Inoltre, stabilisce la certezza del diritto per le imprese, permette di garantire posti di lavoro e assicura entrate fiscali. Per questi motivi il PLR sostiene la RI imprese III contro la quale è stato lanciato un referendum.

2.Diminuzione dell’aliquota cantonale sull’utile

Il PLR appoggia l’ipotesi avanzata dal Consiglio di Stato di ridurre progressivamente l’aliquota cantonale dell’imposta sull’utile delle imprese dall’attuale 9% al 6-6.5%, così da ridurre l’onere fiscale effettivo complessivo (imposta federale, cantonale e comunale) dall’attuale 19.8% al 16.2-16.8%. Inoltre, potranno essere aggiunte altre misure puntuali contemplate dalla RI imprese III che per determinate tipologie di aziende dovrebbero permettere di ridurre l’onere fiscale attorno al 14%. Grazie a questi interventi, il Canton Ticino consolida la sua attrattività fiscale nella media nazionale. 

3.Strumenti a favore dei Comuni

Considerato che per i Comuni l’impatto finanziario della riforma potrà divergere, sarà importante mettere a disposizione degli enti comunali degli strumenti che permettano loro di recepire al meglio i cambiamenti.